2019, Anno Pastorale per i laici in Papua Nuova Guinea e Isole Solomon

“I laici hanno il privilegio di essere sale della terra: possono annunciare il Vangelo nel mondo dove i sacerdoti non riescono ad arrivare”. Lettera Pastorale per l’Anno dei Laici, 2019.
La conferenza Episcopale della Papua Nuova Guinea e delle Isole Solomon ha dichiarato l’anno pastorale 2019 dedicato ai laici, invitando tutti noi ad una crescita della fede ricevuta nel Battesimo.
Ogni battezzato è chiamato alla santità; in questa giovane Chiesa papuana, dove hanno iniziato ad annunciare il Vangelo solo cento anni fà, si rivela davvero importante la missione dei laici nel vivere e proclamare l’amore di Cristo nelle loro famiglie, tribù, clan e villaggi.
Quel lavoro di evangelizzazione iniziato dai missionari ora diventa dono e condivisione con i laici: la loro vocazione e il sacramento del loro matrimonio è il segno dell’amore di Cristo per la Sua Chiesa. In verità, richiede preghiera e coraggio per i laici testimoniare in questo Paese l’amore di Dio nella quotidianità dell’ingiustizie, della corruzione, della violenza e della forte influenza del diavolo sotto la forma di stregonerie e omicidi. Proprio per questo, i vescovi hanno colto l’importanza di rafforzare e rianimare la missione dei laici, dedicando loro un anno speciale per pregare insieme, per incontrarsi in momenti di formazione nelle rispettive Diocesi.

Domenica 26 gennaio 2019, nella Cattedrale di Bereina, è stata celebrata la S. Messa di apertura dell’Anno dedicato ai laici: giovani e adulti, provenienti da diversi villaggi e tribù, lingue e culture, si sono riuniti insieme attorno all’altare; con le loro danze e canti hanno animato la liturgia con quella gioia ed entusiasmo caratteristico di questa Chiesa, così giovane e povera che Dio ama e che è al centro del Suo Cuore. Preghiamo insieme che la nostra fede possa crescere, come il granello di senape, il più piccolo di tutti i semi. E, chiediamo l’intercessione del Beato Peter To’ Rot, un laico, primo santo della Papua Nuova Guinea che ci ricorda che la tutti siamo chiamati alla santità.

Torna su