Fare un po’ di chiarezza…Formazione per i nostri insegnanti

Venerdì 7 giugno 2019 la campanella della scuola è suonata, ma stavolta solo per i nostri cari insegnanti della Jesus Good Shepherd Primary School: Imelda, Christine, Jenny, Philo, Bernadette, Florence, Debora, Maryanne, Lucas, assieme a sr. Kimberly, sr. Sheryl e sr. Giò. Ogni mese dedichiamo un giorno speciale alla formazione delle nostre giovani maestre, ed è anche un bellissimo momento di “ricarica” e opportunità di stare assieme, condividere e conoscersi meglio. Stavolta il tema ha riguardato la nostra fede cattolica a confronto con le altre Chiese cristiane.

Alcune delle nostre insegnanti provengono infatti da una tradizione di fede e Chiesa Protestante, molto diffusa qui, e spesso, per mancanza di catechismo adeguato, per ignoranza e difficoltà ad accedere ad informazioni corrette (non ci sono libri!), si crea confusione nella fede e nella pratica. Lo scopo dell’incontro è stato proprio quello di fare un po’ di luce e chiarezza su cosa sta alla base della nostra fede cattolica, i principali aspetti che accomunano tutti i cristiani di fede diversa, e poi le principali diversità. A guidare questo importante gruppo di riflessione è stato Padre Paul Guy, il delegato dell’amministratore apostolico della Diocesi di Bereina, australiano presente in Papua Nuova Guinea dal lontano 1974… sicuramente ne ha viste di tutti i colori in tutti questi anni di missione. Col suo modo di esporre semplice e diretto, Padre Paul ha saputo fare in brevissimo tempo un compendio della storia della Chiesa in maniera esaustiva ed assimilabile per chi, come i nostri insegnanti, è un po’ a digiuno da studi filosofici e di storia…

 

Qui a Bereina, come in tante altre parti della Papua, accanto alla Cattedrale, punto di incontro e di preghiera della Chiesa Cattolica, si incontrano varie esperienze di fede protestante, molto variegate: la Chiesa Avventista, la Chiesa Luterana, la Chiesa Pentecostale, la Chiesa Unita… e tante altre. Alla fine tutto ciò crea un mosaico che all’origine ha un suo senso, ma poi lo perde in un garbuglio di conoscenze poco probabili e pratiche intricate e fitte quanto la foresta papuana…
Per chi proviene dallI’Italia, zona geografica “cuore” della fede cattolica, tutto ciò può apparire molto lontano dalla propria esperienza; è qualcosa che non ci appartiene molto, e si stenta a credere che ci siano così tante Chiese cristiane “altre” da quella cattolica. Ma già chi proviene dalle Filippine e dall’Asia in generale ha più familiarità con questa diversità di Chiese. Per non parlare dell’America: padre Paul ci ha detto che solo lì si contano ad oggi più di 10,000 diverse Chiese cristiane…
Padre Paul durante l’incontro ha rimesso al centro ciò che tutti i cristiani hanno in comune: il Vangelo con tutto il messaggio di Gesù, la Sapienza che si trova nella Bibbia, e l’Amore di Dio che diventa poi anche Amore verso l’umanità, fratellanza, solidarietà, missione.
L’ incontro è poi proseguito davanti ad un piatto di pasta in allegria grazie alle battute ironiche e ai mille aneddoti di Padre Paul, e abbiamo concluso il pomeriggio con la visione di un film.
Grazie Padre Paul per la disponibilità e per l’insegnamento accurato che ci hai saputo trasmettere. E grazie al Signore per questa opportunità di riflessione e di condivisione della nostra fede. Alla prossima!

Torna su