Giovani desiderosi di diventare leader

  • Nigel Akuani

 

“Iniziate da piccole cose per poi passare a quelle più grandi per essere i leader di cui la vostra comunità ha bisogno,” ha detto P. Ambrose Pereira sdb, Segretario per le Comunicazioni della Conferenza Episcopale della Papua Nuova Guinea, durante l’incontro per alcuni giovani del nostro centro di riabilitazione lo scorso 5 febbraio, alla sede della Conferenza Episcopale.
 
“Vivere la vita! Pienamente vivi! La gloria di Dio è l’uomo vivente”. Questa frase di S. Ireneo è stata il tema dell’incontro di formazione per i 6 giovani di Bereina accompagnati dalla coppia di volontari italiani, Matteo e Manuela Vendramin.
 
L’incontro è iniziato con un’attività che ha richiesto la partecipazione dei ragazzi, nell’identificare alcuni leader di livello internazionale, insieme alle loro particolari qualità e virtù e alle feste a loro collegate.
 
I ragazzi sono rimasti affascinati  dall’intervento di P. Ambrose, ‘Understanding Leadership’, realizzando il potenziale che hanno nel cambiare le loro comunità in meglio. Il relatore infatti ha detto loro: “Avete l’energia e lo zelo per uscire e diventare modelli per gli altri giovani”.
 
Li ha invitati a diventare leader positivi nelle loro comunità e a pensare come possono impegnarsi per portare un cambiamento positivo. “Leadership riguarda guidare, prendersi cura e proteggere. Prendersi cura di noi stessi, della nostra gente e dell’ambiente”.
 
L’incontro è continuato con la parte relativa al vivere i sacramenti, seguita dalla confessione, l’Eucaristia e dalla visione di un film dal contenuto cristiano.
 
Il giorno successivo i giovani sono stati aiutati a riflettere sull’ambiente con il tema: ‘Keep it Clean! Go Green!. Usando poi il metodo del Problem Tree Analysis, hanno potuto analizzare le cause e gli effetti di diverse situazioni sociali problematiche e sono stati invitati a definire cosa possono fare nel loro villaggio per portare un miglioramento.

Torna su