I lavori procedono …

Tra le famose sette “Opere di Misericordia corporale”, dovremo aggiungerne una ottava che fa proprio al caso nostro qui in Papua: “Costruire una casa a chi non ce l’ha”.
Vi ricordate la storia che vi abbiamo raccontato della nostra Lucy, la donna in sedia a rotelle di cui ci stiamo prendendo cura dallo scorso ottobre? Ebbene, sabato 1 giugno 2019 abbiamo caricato Lucy sulla sua sedia a rotelle, i figli e i nipoti sulla nostra Land Cruiser e siamo andati a vedere come stanno procedendo i lavori per la costruzione della loro casetta. Il posto è a 10 minuti da qui. E’ molto bello, vasto ed è circondato dalla foresta. Ci sarà senz’ altro anche posto per un orto.
I ragazzi hanno già fatto una gettata di cemento, sulla quale hanno poggiato lo “scheletro” di legno della futura casetta.

I lavori procederanno con la costruzione delle pareti, delle finestre, della porta, del tetto ecc…
Questa sarà la struttura principale nella quale vivranno la Lucy e i bambini, poiché la base di cemento potrà garantirle la possibilità di muoversi con la sua carrozzina. Poi potrà essere aggiunta, in stile papuano, una cucina esterna e anche un’ulteriore costruzione per la figlia Karen e le sue bambine.
I bambini e Lucy sono entusiasti di questa cosa e stanno già sognando di poter andare e viverci al più presto.
Vi terremo aggiornati sullo sviluppo dei lavori.