L’amor che move il sole e le altre stelle… e le arance e clementine.

Ciao a tutti!! Ci presentiamo: siamo Arancia e Clementina! Oggi siamo così felici di dove siamo arrivate che vorremmo condividere con voi la nostra storia: chissà, magari le nostre strade si incontreranno?!
Veniamo dalla Calabria, dalla bellissima terra di Cantinella vicino a Corigliano Calabro e a dire il vero stavamo propri bene lì: sole, caldo, bella terra e bella gente Eh sì, i proprietari della piantagione Carmela e Tonino, sono una carissima coppia, simpatica e generosa che si prende cura di noi così che diventiamo belle succose. E, un bel giorno, quando siamo pronte, ci raccolgono e finiamo con altre tonnellate di arance e clementine in un camion.

Dobbiamo dire che è un viaggio speciale: Gabriele, l’autista, è un buon uomo con un animo missionario e generoso: pensate, insieme a Linda, sua moglie, fa parte di un gruppo di famiglie da Giavera del Montello e Nervesa che si organizza con mille idee creative per raccogliere fondi per la missione. Ecco, Gabriele ha condiviso con Tonino e Carmela l’idea di portarci su con lui, al nord Italia, e di essere donate a tanta gente per raccogliere fondi e sostenere le missioni. E così è stato: Gabriele quasi ogni settimana ci trasporta gratuitamente nel camion, grazie alla generosità e di Tonino e Carmela, e poi… ci riposiamo un po’ nel garage di Alfia e Giovanni, perché dalla Calabria è un lungo viaggio. Eppure anche questa famiglia con gioia e tanta energia ci fa spazio nella loro casa per accogliere casse e casse di Arance e Clementine.

Voi crederete che la storia finisca qui, invece no, anzi diventa ancor più interessante: siamo tante, numerose e rotonde… ma con tanta cura e gratuità Ettore, ogni venerdì, grazie al camion e alla disponibilità del gruppo missionario di Noale, ci viene a prendere e veniamo smistate in diversi paesi; siamo proprio fortunate a vedere così tanta gente che ci accoglie: andiamo spesso a Musile di Piave, a Vallà, a Cornuda, a Quinto di Treviso, a Maerne, a Cappelletta, a Noale, alla Gazzera… ma anche in tante altre case! Pensate: siamo finite nelle ceste natalizie, siamo diventate un regalo per i clienti di un ottica a Noale… insomma noi non avevamo ben capito all’inizio quanto grande fosse questa avventura, ma dalla mani di Carmela e Tonino, siamo finite nelle mani di tante persone che, con gioia, ci accolgono e ci fanno i complimenti per essere proprio gustose!

Concludiamo raccontandovi che, noi due, Arancia e Clemetina, non sappiamo leggere, ma abbiamo notato che quando ci regalavano, mettevano un volantino sulla nostra cassetta. Sbirciando, abbiamo visto le foto di bambini delle Filippine e della Papua Nuova Guinea. Allora abbiamo capito: questi piccolini non possono gustare noi ma hanno davvero bisogno di vitamina C e non solo, hanno bisogno di cibo, cure mediche, di andare a scuola e soprattutto di cura e affetto.
Noi non arriveremo in Papua, ma lì arriva certamente l’affetto e le generose offerte di tanta gente che nell’anonimato e con semplicità ci ha mangiate, arriverà la gratuità di chi ci ha coltivato, raccolto, di chi ci ha gratuitamente trasportato, arriverà la gioia di aprire la propria casa a tante cassette e la rete di amicizia che unisce chi fa del bene.
Le Sisters ci hanno detto che siamo una delle strade della Provvidenza e pregano per tutte le persone che abbiamo incontrato nel nostro viaggio. È vero, siamo semplicemente orgogliose di essere destinate a qualcosa di più grande di noi; siamo piccole, ma possiamo fare cose grandi perché, come scriveva Dante “l’amor che move il mondo e le alte stelle…” muove anche Arance e Clementine.