‘Meri blouse’ il vestito nazionale-tradizionale delle donne in Papua Nuova Guinea

In tutti i paesi del mondo c’è almeno un capo d’abbigliamento per donne considerato tradizionale. In Papua Nuova Guinea si chiama ‘meri blouse’ (per meri si intende donna) ed ha una storia interessante.
E’ stato introdotto, pensate, dai primi missionari arrivati in Papua nel lontano 1870. Le donne dell’epoca, nei villaggi, come abbigliamento indossavano solo una lunga gonna d’erba e il petto era scoperto, quindi è stato introdotto più per una questione di pudore ma chi l’avrebbe mai detto che sarebbe stato questo successo! Durante gli anni ’50 ’60 ’70 era considerato il capo più alla moda per le donne …ed è arrivato fino al 2019!
In effetti questo indumento ha molte qualità positive: veste qualsiasi taglia senza segnare imperfezioni corporee, è molto fresco perché non attillato e cucito in stoffa leggera, può essere estremamente elegante ma anche pratico da usare nelle faccende domestiche e infine facile da cucire e quindi poco costoso… questo dice anche quanto sono semplici e concrete le donne papuane e pure femminili!
Con il passare del tempo il modello si è evoluto e l’originalità ha dato vita a combinazioni davvero interessanti ed eleganti: colletti e inserti lavorati all’ uncinetto, ricami a mano o a macchina, insomma è davvero un indumento che si presta a continua evoluzione.
Che sia facile da cucire è verissimo e l’abbiamo provato! Rogena e Leona, le donne che si occupano delle faccende di casa qui in nunziatura sono entrambe molto brave a cucire ed in poche ore ci hanno insegnato passo passo a tagliare e confezionare con grande soddisfazione il nostro primo semplice meri blouse.
E’ stato davvero interessante e divertente poter imparare da loro! Rogena e Leona erano davvero entusiaste di insegnarci tutto anche i piccoli segreti e gli errori comuni in cui si potrebbe cadere, con grande attenzione e concretezza: davvero un bellissimo momento di condivisione e di creatività.
C’è da aggiungere un particolare simpatico: le donne papuane che si trovano a viaggiare all’estero, vestendo il meri blouse si possono riconoscere a distanza, e quindi sentirsi un po’ come a casa. C’è un meri blouse per ogni situazione e per le donne cattoliche uno speciale meri blouse per la domenica alla messa, un po’ com’era in Italia il vestito ‘da festa’. E’ così bello vedere durante la santa messa queste donne comuni giovani e anziane, robuste o magroline, madri e bambine con questi svolazzanti vestiti vivacemente colorati a fiori o fantasia, pulite e ordinate magari con un fiore profumato di frangipani tra i capelli! C’è davvero tanta dignità e semplicità nelle donne papuane.
Questo hanno fatto, e stanno facendo i missionari: dare dignità a persone che per le loro basse condizioni di vita non pensano di averne, e farlo anche attraverso un semplice vestito. E’ lo sguardo amorevole di Gesù che guarda e dice loro “siete figli di Dio!”.