Non ci avevamo mai pensato…

Che tipo di donna era la Vergine Maria? Magari ce la immaginiamo “tutta casa e chiesa”, silenziosa e riservata.
Ma l’omelia di ieri ci ha presentato una Maria un po’ diversa, a cui non avevamo mai pensato…
Il vangelo era quello delle nozze di Cana: leggendo attentamente, si nota che Maria era presente, mentre Gesù e i discepoli erano stati invitati. Maria inoltre sapeva che non c’era più vino e si è permessa di dare ordini ai servi, dicendo loro di seguire le istruzioni di Gesù. Questi tre elementi ci fanno pensare a Maria non come a una tra gli invitati, ma una che era parte dell’organizzazione della festa… una donna attiva, che aiutava gli amici, coinvolta nella vita sociale del villaggio, con capacità organizzative e manageriali…
È bello pensarla così e il sacerdote che ha predicato, cioè il Segretario di questa Nunziatura Apostolica, ci ha aiutato a ringraziare il Signore per il nostro essere donne…
Le donne sanno vedere i bisogni di chi sta loro intorno, curare i dettagli e trovare soluzioni perché tutto proceda bene.
Ogni donna è chiamata a diventare madre, in un modo o nell’altro.
Preghiamo il Signore che ci aiuti a mettere a frutto nel miglior modo possibile i doni che ci ha dato, come donne e come consacrate.
Grazie don Jacek per l’omelia!