Oltre le mura

E’ difficile esprimere quello che i nostri occhi hanno visto qui intorno. E’ sempre una sfida guardare oltre le mura delle nostre comfort zones e aspettative. Le Filippine sono un paese in via di sviluppo e camminando in citta’, vedendo lo stile di vita, sembra che la situazione stia migliorando, economicamente parlando.
Ma ci facciamo tante domande quando vediamo che situazioni di grande poverta’ sono ancora molto comuni.

Ogni giorno, camminando per raggiungere il convento, passiamo in alcune zone degradate e vediamo bambini malnutriti, che giocano in mezzo alla sporcizia. Ci chiediamo come sopravvivono, circondati da gente difficile, le ragazze si sposano troppo presto, i bambini lavoricchiano in cimitero per guadagnarsi qualcosa. Alcuni non vanno a scuola. Altri vengono al nostro paglaum center, dove possono avere un buon pasto, possibilita’ di una doccia ed educazione.
Lunedi’ scorso abbiamo visitato la famiglia di una delle bambine che vivono con noi. Sulla via verso casa sua abbiamo incontrato bambini malnutriti e siamo passate attraverso un ponte costruito con scarti di legno. Le case in quella zona sono palafitte costruite sull’acqua… l’acqua e’ molto sporca, ma i bambini ci nuotano lo stesso…

Quando siamo arrivate alla casa della bambina della nostra casa famiglia, abbiamo incontrato i nonni… per loro la situazione e’ molto difficile perche’ non trovano lavoro, nessuno vuole assumerli perche’ troppo avanti con l’eta’. Abbiamo incontrato anche la sorella, di 10 anni, senza certificato di nascita, mai andata a scuola. Abbandonata dalla madre, cucina lei per il pranzo, se c’e’ cibo, e poi passa la giornata in giro a giocare. La sera cena con un sacchettino di patatine che costa pochissimo e poi va a dormire.
Questa visita ci ha aiutato a continuare a guardare oltre le mura delle belle apparenze e delle belle costruzioni, per capire che la vita e’ diversa.
Preghiamo che il nostro apostolato possa aiutare questi bambini ad avere un futuro migliore e a credere che una vita diversa da quella del loro villaggio e’ possibile.