Port Moresby Festival di cortometraggi 2019

Siamo state invitate nuovamente! L’evento Festival Internazionale di cortometraggi 2019 si è svolto sabato scorso al “Paradise Cinema”, nel centro commerciale “Vision City” a Port Moresby. Studenti, genitori, insegnanti, sacerdoti, religiosi e professionisti della comunicazione erano i partecipanti all’evento.
Il Tema di quest’anno è stato: FAMIGLIA SICURA, FAMIGLIA FELICE.
Prima di questo evento il “Media Education Seminar” nell’arco di 4 mesi ha condotto 4 seminari quest’anno. Hanno partecipato a questi seminari 5 scuole cattoliche: “Jubilee Catholic Secondary School”, “De La Salle Secondary School”, “Don Bosco Technical School”, “Don Bosco Technological Institute” and “Caritas Technical School”. L’ evento è stato organizzato dalla Commissione per la Comunicazione Sociale della Conferenza Episcopale della Papua Nuova Guinea e Isole Salomone.
Ho visto tutti eccitati all’idea di partecipare all’evento, portare con sé, nella sala, giacca e sciarpa sapendo che sarebbe stato fresco all’interno.


Prima di entrare nella sala di proiezione, la cerimonia è iniziata con il taglio della tradizionale torta, lo scambio di saluti tra i partecipanti accompagnato da un piccolo rinfresco, foto di rito e interviste, il tutto seguito da preghiera di apertura e riflessione di sua Eminenza Card. John Ribat, Arcivescovo di Port Moresby. Il Cardinale ha condiviso con l’assemblea che “i media sono importanti ed è bellissimo che i giovani possano usarli per affrontare i loro problemi. Hanno voglia di vivere in famiglie sicure e felici e si impegnano per questo”.
L’evento è proseguito con la proiezione di alcuni film d’ispirazione, provenienti da diverse nazioni, in linea con il tema dell’anno che era appunto: FAMIGLIA SICURA, FAMIGLIA FELICE. Dopo ogni visione, ciascuna di due cortometraggi, c’era un momento di condivisione aperto a tutti i partecipanti.
Il primo film parlava di abuso di minori in famiglia, intitolato “Ashwini” (India). Questo film è un messaggio per tutti, specialmente per gli insegnanti, di non rimanere in silenzio se si viene a conoscenza di casi di abuso sui minori. Dopo questo è stato proiettato un documentario della BBC sugli abusi e le violenze che si registrano attualmente in Papua Nuova Guinea.
Un film che ha emozionato particolarmente tutti è stato “Quello che le madri veramente vogliono” (India). Un giovane ragazzino presente in sala ha coraggiosamente alzato la mano e parlato a tutti dal palco incoraggiando i giovani, nonostante i vari impegni, a spendere tempo e a voler bene alle proprie madri “perché sono loro che ci hanno dato la vita”.
Sono stati proiettati anche i cinque cortometraggi creati dagli studenti che hanno partecipato ai seminari.
In seguito 5 studenti, uno per ogni istituto, hanno condiviso, dal palco, la propria esperienza durante i seminari.
La preghiera e la fiducia sono state la loro forza e più di ogni cosa hanno imparato a lavorare in gruppo, con dedizione e pazienza e questo ha contribuito al successo dei loro film.
Sono stati poi consegnati ad ogni partecipante certificati e premi per gli istituti. Il primo premio consisteva in una videocamera, che sarà sicuramente utile per il prossimo anno! Ed è stato vinto dalla Jubilee Catholic Secondary School con il film intitolato “Tutto per amore”.
Siamo grate di aver potuto partecipare a questo evento. Gli organizzatori e i giovani hanno fatto un ottimo lavoro. E ci sentiamo di dire grazie anche a Padre Ambros Pereira SDB, che si prende cura del festival ogni anno, per la sua perseveranza nella volontà di aiutare i giovani, per il suo modo gioioso di essere sacerdote. I media sono strumenti che uniscono i giovani tra loro e con le loro capacità, energia e creatività il risultato è qualcosa di positivo e buono. Questi confronti e riflessioni li aiutano a riflettere sull’importanza del valore della famiglia e fare poi del loro meglio per mettere in pratica questi valori.

Torna su