Uncle Victor: Catechista per Cristo

Nella giovane Chiesa della Papua Nuova Guinea dove i sarcerdoti sono ancora molto pochi, il ruolo del catechista è molto importante nelle parrocchie. E’ lui che molte volte va nei villaggi più remoti, dove le persone possono avere la messa due tre volte all’anno, e istruisce le persone nel catechismo. Sulla scia di Beato Peter To’Rot, un laico e catechista, primo martire della Papua Nuova Guinea, che a Rabaul durante la seconda Guerra mondiale ha aiutato la Chiesa papuana perseguitata dai Giapponesi e per questo è stato ucciso.
Nella nostra diocese di Bereina abbiamo un catechista che si chiama Victor Ume, ma per tutti è Uncle Victor (zio Victor). Victor fin da giovanissimo ha dedicato la sua vita all’insegnamento del catechismo. E anche adesso, nella sua età avanzata, è ancora molto attivo.
Dall’anno scorso, Victor è una presenza quotidiana presso la nostra Jesus Good Shepherd Primary School. Assieme a noi sisters, prepara i nostri bambini a ricevere i sacramenti della Confessione e Prima Comunione. Oltre a questo, Uncle Victor è anche il nostro libraio ufficiale. Ogni giorno, presso la piccola libreria della nostra scuola, Victor mette in ordine pazientemente i libri e “aggiusta” quelli un po’ rovinati. Durante la ricreazione controlla che I bambini giochino bene e ci aiuta (parlando loro in roro, la lingua locale) con quegli studenti un po’ troppo vivaci a cui piace sfidare le regole della scuola.
A volte ci stupiamo con tenerezza della costanza e impegno di questo non più giovane uomo; nonostante la camminata incerta e la salute fragile, Victor viene sempre a scuola in orario, camminando lentamente e salutando tutte noi con rispetto e reverenza. Essendo anche uno dei più anziani del suo villaggio, molte volte è lui che ci porta a conoscenza di persone che hanno bisogno di aiuto, bambini che necessitano di cure, ect.
Insomma, la presenza di questo “nonno” saggio e buono nella nostra scuola è per noi molto bella e di aiuto. Ha sempre una buona parola per i bambini, ma anche per i nostri boys e le mamme che ci aiutano in casa. Preghiamo che il Signore continui a benedire lui, la sua numerosa famiglia e il suo incessante impegno per la Chiesa di Bereina.

Torna su